venerdì 14 ottobre 2011

Tutta colpa di Tondelli, di Nicola Pezzoli (Kaos Edizioni)

Questo è un libro di qualche anno fa. Non ricordo nemmeno più come ne venni a conoscenza. Forse, girovagando tra gli scaffali di una libreria intelligente, ebbi modo di trovarlo. A volte, infatti, gli incontri con i libri sono pressoché fortuiti, legati a circostanze sconosciute. E mai come quello con Tutta colpa di Tondelli fu un incontro fortuito e foriero di utili considerazioni. Un libro che ci fa comprendere come nel mondo dell’editoria a volte si annidino personaggi che hanno singolari visioni del loro ruolo. Quando lo scrittore esordiente li incontra nascono situazioni dove il ridicolo tiene bordone al tragico e viceversa. Stregoni della cultura, improbabili venditori di elisir di lunga vita libraria degni del far west, istrioni editoriali, forse nemmeno buoni a vendere aspirapolveri. Anch'io, a volte, li ho incontrati e, per fortuna, sono scappato alla prima occasione. Alcuni ne incontro ancora oggi e li sento pontificare dai loro finti pulpiti dai quali rendono un pessimo sevizio all’editoria seria e di qualità e a tutti quegli editori che lavorano con fatica e dedizione. Solo che ho imparato a riconoscerli almeno da un paio di chilometri di distanza. Il tempo passa, la vita si accorcia, ma, se non altro, in certe cose si diventa più furbi.
Nicola Pezzoli ci racconta con ammirabile ironia la sua personale odissea fra estenuanti pressapochismi, tonitruanti imbecilli che si travisano abilmente da creatori di epocali svolte letterarie, uffici stampa dove regna il caos, presunti esperti editoriali che nemmeno un nosocomio fallito vorrebbe tra i suoi ospiti. Promesse assurde, lettere che si contraddicono, semplici psicopatici che si credono geni della cultura. Un milieu di tutto rispetto che potrebbe alimentare senza problemi la casistica di un manuale di diritto fallimentare. Cari esordienti, cari scrittori inediti: leggete Tutta colpa di Tondelli. Non vi sarà di grande conforto, ma, almeno, avrete una guida per evitare di trasformarvi, vostro malgrado, nei personaggi di un romanzo.
Un libro.
Tutta colpa di Tondelli (Viaggio tragicomico di un autore inedito nel mondo editoriale), di Nicola Pezzoli (Kaos Edizioni).

3 commenti:

Adriano Maini ha detto...

Un grande urrà per il mio amico Nick!

Angelo Ricci ha detto...

Questo libro, questa cronaca scritta in modo magistrale e ironico (e ne va reso merito all'autore) dovrebbe essere lettura obbligatoria per tutti gli scrittori esordienti.

Luigi87 ha detto...

un libro interessante che dovrebbero leggere tutti colore che si accingono ad entrare in quel mondo. un ottimo consiglio