Sette sono i re (Antonio Tombolini Editore - Officina Marziani)

A nord, in Lombardia, ci sono da sistemare alcune cose. Sono state prese delle decisioni senza interpellare il boss. E non va bene. Così dal profondo Sud arriva l’ordine di dare un segnale chiaro: mai alzare la cresta.
L’uomo di fiducia dei boss sa a chi rivolgersi. Un professionista serio. Un mercenario che ha visto le peggiori guerre. Un uomo capace di innalzare uno scudo tra sé e la propria memoria. Qualsiasi missione è soltanto un lavoro da fare.

Un romanzo in cui la finzione narrativa si intreccia con situazioni reali che svelano aspetti poco conosciuti del racket dello smaltimento dei rifiuti e della gestione ambientale: dai pannelli fotovoltaici nocivi, ai concimi tossici, dalle finte riserve naturali ai piani regolatori manipolati. Il tutto nell’area interessata dall’Expo di Milano 2015.
Grazie a una scrittura asciutta, quasi chirurgica, Angelo Ricci racconta con ritmo incalzante una storia dura e cattiva che però non rinuncia alla filigrana di un sogno.

Ricordo ancora la prima volta che l’ho letto, questa sensazione sgradevole di un mondo che si sgretolava sotto la pelle, questo non capacitarmi di come fosse possibile che tutto questo stesse accadendo. Eppure accadeva, eccome, sotto i nostri occhi, vicino a casa. Quando ho chiuso l’ultima pagina mi sono dovuto scrollare di dosso la polvere… Leggetelo. È davvero imperdibile.
Michele Marziani

E' disponibile anche l'edizione cartacea qui

Il sito di Officina Marziani
La pagina Facebook dedicata a Sette sono i re
Le parti meccaniche nell'Officina

Sette sono i re è in vendita in questi store
Mybook.is
StreetLib
Amazon Kindle Store
KoboBooks
ibs
Libreria Rizzoli
Net-Ebook
Cubolibri
Book Republic
Ebookizzati
Libreria Universitaria
DEAStore
Webster
MrEbook
omniabuk
hoepli
San Paolo Store
biblonstore
L'Unità
Il Fatto Quotidiano
freeonline
secretary
Libreria Mazy
LaFeltrinelli
Apple iBooks Store

Recensioni e interviste
Postpopuli
SoloLibri
abuli.co
LeggereOnline
GraphoMania
Il Colophon
Roberta Marcaccio

Nessun commento: